Anonymous vs Carabinieri

Scritto da profxeni on . Postato in Sicurezza

anonymous

L’annuncio è sul suo blog italiano. Nel pomeriggio di ieri sono risultati inaccessibili i siti di carabinieri e Viminale, mentre il sito del ministero della Difesa ha funzionato regolarmente. Le motivazioni degli attacchi sono differenti: ai carabinieri si contestano le cariche contro gli operai dell’Alcoa che protestavano.

Un’altra la motivazione dell’attacco all’Interno: “Il 13 aprile, nelle sale cinematografiche, uscirà il film ‘Diaz’: il ministero dell’Interno, tramite una circolare, ha vietato alle forze di polizia di parlarne e di esprimersi in merito.

Ciò si configura come un becero e antidemo- cratico tentativo di imbavagliare chi volesse offrire la propria testimonianza in merito agli orrori che quel torrido luglio ospitò”. NON È invece espressamente citato il ministero della Difesa nella terza motivazione che appare sul sito: “Siamo consapevoli anche degli infiltrati che quotidianamente ci fanno visita nei nello nostre chat; sarebbero i benvenuti, se solo manifestassero un chiaro e cristallino comportamento. In realtà trascorriamo con loro interminabili momenti di ilarità di cui loro, molto probabilmente, non sanno di essere protagonisti. Vogliamo inoltre invitarvi ad abbandonare i nostri server quali agenti infiltrati, fatevi pure avanti, non abbiamo nulla da nascondere. Fin tanto che questo comportamento si perpetuerà - conclude la rivendicazione –, i nostri attacchi diverranno ciclici”. Gli attacchi di ieri seguono decine di azioni contro siti istituzionali, di personalità e contro i partiti, portati avanti da Anonymous negli ultimi mesi. (Via-Il Fatto Quotidiano)

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information